Onda Piumata - La Fanfara dei bersaglieri di Bergamo


Vai ai contenuti

La Storia

Fanfara Arturo Scattini di Bergamo

La Storia della Fanfara Arturo Scattini di Bergamo


La Fanfara dei Bersaglieri
"Generale Arturo Scattini" di Bergamo, nasce il 28 Ottobre 1990, per volontà del capo fanfara Bersagliere Virginio Del Prato, presso la sede A.N.B. di Bergamo.
Il glorioso cammino di questo complesso musicale piumato inizia con un organico di 15 Bersaglieri, sino a raggiungere i 40 componenti attuali, che grazie all'impegno e serietà di ogni singolo permette oggi a questa innovativa Fanfara di fare fronte ai vari impegni di rappresentanza a livello nazionale (raduni, cerimonie, manifestazioni patriottiche, ecc.ecc.) con uno stile di comportamento collettivo, che va al di sopra di ogni altro modello.
In questi anni di intensa attività, le esibizioni musicali della Fanfara di Bergamo, hanno riscosso un crescendo suggeguirsi di successi nelle strade, piazze e teatri di varie città di tutta Italia,mentre tra le molteplici performance all'estero, ricordiamo le località a livello Internazionale più conosciute dove la
Fanfara "spettacolo" di Bergamo ha onorato con orgoglio la Patria e il corpo dei Bersaglieri: Charleroi e Curcelles in BELGIO; Pertuj, Menton, Nizza in FRANCIA; Dresda, Bad Mergentheim, Schozberg, Monaco in GERMANIA; EL Alamein in EGITTO; New York e New Rochelle in AMERICA, sono solo alcune delle innumerevoli località dove la Fanfara è stata fortemente voluta riscuotendo sempre enorme successo.
Sin dalla sua costituzione la Fanfara di Bergamo ha mantenuto una sua personale struttura organica di gruppo, che la differenzia da altre Fanfare, esaudendo le varie richieste solo ed esclusivamente con i propri Bersaglieri, (senza cioè dover attingere a musicanti di altre Fanfare).
Questa scelta (se pur impegnativa) ci consente di presentarci in ogni tipo di manifestazione con un collaudato affiatamento di quadratura non inferiore a 30 musicanti, tutti dilettanti.
La preparazione della Fanfara di Bergamo viene costantemente svolta alternando scuole musicali con addestramento formale nei giorni di martedì e sbato, dove oltre a perfezionare marce e inni prettamente militari, viene arricchito giorno dopo giorno il vasto repertorio concertistico elaborando con arrangiamenti personalizzati, brani di musica leggera, operistica, folk e jazz.
Questo gruppo difficilmente imitabile, oltre alla volontà di reinventarsi periodicamente, per mantenere una costante etica professionale, ha realizzato l'ennesima rivoluzione, investendo molto nella politica dei giovani, offrendo presso la sede della Fanfara, dei veri e propri corsi musicali che partono dalla storia della musica, teoria, solfeggio e pratica sino all'uso vero e proprio di uno strumento musicale (ovviamente ottone) tutto gratuito per dare la possibilità ad ogni ragazzo di conoscere l'arte della musica presso un ambiente ricco di valori e storia patriottica, che arricchisce di sani principi, la mente e l'anima di ogni futuro Bersagliere.

Il Capo Fanfara

Bersagliere Virginio Del Prato


Torna ai contenuti | Torna al menu